log in

News

Questo sito utilizza i cookie

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto

Ventura: “Il primo tempo è una lezione che ci servirà per la partita di Madrid”

I tre punti sono arrivati, ma, nonostante la soddisfazione per il risultato ottenuto contro il Liechtenstein, Gian Piero Ventura non dimentica i primi 45’. “Il primo tempo – dice il ct - è una lezione che ci servirà per la prossima partita, quella a Madrid contro la Spagna: quando vuoi andare di fretta e fare le cose senza raziocinio, vai fuori giri”. E’ un rimprovero alla squadra, che ha segnato cinque gol e sprecato tante occasioni. “Nella ripresa – continua -abbiamo fatto le cose come dovevamo, le occasioni sono arrivate a raffica, e anche i gol. Ecco cosa intendevo quando parlavo di pazienza: ricordiamocelo a Madrid. Il calcio è gioco. Il problema non erano le occasioni, nel secondo tempo ne abbiamo creato 7-8 pulite. Secondo me, il primo tempo è stato utile per far capire che cosa è opportuno fare, nella ripresa abbiamo giocato meglio”.

Udine ha portato ancora una volta bene all’Italia e anche a Federico Bernardeschi, che stasera al Friuli ha segnato il suo primo gol con la maglia azzurra. “Ho debuttato qui in Nazionale (contro la Spagna, ndr) e un esordio in azzurro è qualcosa di speciale che ti porti dentro tutta la vita. Ora – sottolinea il giocatore azzurro - andrò a disputare l'Europeo con l'Under 21 con la consapevolezza che possiamo giocarcela con tutti. Sappiamo di essere forti, di avere una squadra competitiva e di essere un grandissimo gruppo, cosa fondamentale per un torneo del genere. Dobbiamo trovare dentro di noi stessi l'orgoglio di rappresentare una nazione. Certo, ho tanta voglia di aiutare e far parte della Nazionale maggiore, la determinazione non deve mai mancare: più ce l'hai e sei convinto e più puoi fare cose positive”.

Grande protagonista della vittoria di questa sera, Lorenzo Insigne si gode il suo momento: “Sapevamo che non era facile, quando si giocano le qualificazioni mondiali non ci sono partite scontate. Abbiamo dato il massimo, l'importante è essere riusciti a vincere. La gara in Spagna? Sappiamo che sarà difficile,giocheremo in casa loro, ma con la cattiveria giusta e giocando da squadra come questa sera faremo una grande prestazione ed un gran risultato. Tutti noi vogliamo portare in alto la Nazionale”.

FONTE E FOTO Federazione Italiana Giuoco Calcio http://www.figc.it

Log in or create an account